Dedalo Minosse
Dedalo Minosse Premio Dedalo Cinema
italiano english
Video Facebook
Home Contatti e credits Mappa del sito
Premi 2007/2008
PREMIO ALA-ASSOARCHITETTI
COMMITTENTE Smeg SpA. Roberto Bertazzoni, presidente
PROGETTO Canali Associati Srl. Guido Canali
OPERA Nuovi uffici della Smeg
REALIZZAZIONE 2006 - San Girolamo di Guastalla (RE), Italia
La Smeg SpA opera nel settore degli elettrodomestici, con un marchio di fascia medio-alta del mercato, accompagnato dalla differenziazione della produzione, che si è arricchita di prodotti per la ristorazione e per il settore elettromedicale. Oggi Smeg è un'impresa internazionale con filiali commerciali nei principali paesi europei. Sforzo costante e profonda passione hanno permesso di concretizzare l'idea che tecnologia avanzata e design raffinato possono convivere.
Dichiara Bertazzoni "Il committente ha un ruolo importante in architettura. Qui siamo nel ducato dei Gonzaga, che hanno fatto il Rinascimento. Gli argini e un po' di metafisica, l'acqua, la bruma. I nostri uffici sono radicati in questa terra, nascono da infiniti colloqui con Guido, che poi è anche uno del posto e ha saputo cogliere appieno tutte le mie emozioni. Il rapporto dell'edificio con la natura è sempre stato una mia idea fissa. Già due o tre anni prima che iniziasse il cantiere, piantavo degli alberi. Nascondiamo la fabbrica, ci vuole un po' di sacralità. Aver costruito una palazzina che si sviluppa su un solo piano significa naturalmente aumentare le spese di manutenzione. Io credo nell'impresa che aiuta le famiglie: lavorare in un luogo piacevole, in un ufficio decoroso, contribuisce a migliorare la qualità della vita".
Un cerchio inscrive il quartier generale Smeg nella campagna di Guastalla, entro un argine basso, proprio come quelli del prossimo grande fiume. Il percorso d'ingresso leggermente obliquo rispetto agli assi ortogonali separa i settori a prato dallo specchio d'acqua sul quale si distendono, lievi, il corpo per l'esposizione dei prodotti e quello della sala conferenze. Da nord a sud la figura è poi tagliata da un diametro, che si prolunga nel territorio ed organizza i volumi a un piano degli uffici. Questi sono legati all'interno da un connettivo di luce e chiusi all'esterno da testate cieche di mattoni a vista, e rivelano ottimali condizioni di vivibilità interposti ai patii di bambù che ritagliano nastri di cielo. La storia - qui la tradizione della casa colonica padana, ma anche quella del moderno - è come sedimento vitale, strumento che risponde alle esigenze contemporanee rapportandosi in profondità ai riferimenti propri del territorio.

« Torna all'elenco dei premi
ALA-Assoarchitetti
Regione Veneto
Caoduro